mercoledì 21 settembre 2016

LA SCUOLA HA INIZIATO...PRESENZA DI REAZIONI ATOPICHE? LA RISPOSTA ...OMEOPATIA.


Lo sapevate che l’ esposizione precoce agli antibiotici si collega con l’ aumento dello sviluppo di eczema e di episodi febbrili alti mentre il trattamento omeopatico si associa con risoluzione delle condizioni atopiche (dermatiti, riniti, sierositi ecc).

Due recenti pubblicazioni scientifiche presentano queste posizioni :

La prima presentata durante the annual conference of the European Respiratory Society in London on 6 September 2016 . Lo studio riguardava 394.514 pazienti con rischio di eczema e 256.609 pazienti con rischio di comparsa di episodi febbrili.- I risultati hanno dimostrato che l’ aumentato rischio di eczema a causa di precoce uso di antibiotici oscillava tra il 15-41% mentre nello studio si rilevava che l’ uso di antibiotici in età precoce incrementava anche la probabilita di presenza di episodi febbrili frequenti dal 14-56% mentre la probabilità aumentava di due volte se i pazienti avevano eseguito due cicli di antibioticoterapia rispetto a quelli con uno. 

La seconda , si tratta di uno studio osservazionale della durata da 5-10 anni pubblicato su “Homeopathy” e descrive il miglioramento dalle reazioni atopiche dei bambini trattati con l’ Omeopatia. La rivalutazione dei bambini dopo 5-10 anni ha mostrato la remissione delle reazioni atopiche nel 75,8% ed il miglioramento dell’ asma allergico, rinite, dermatite ecc. dei bambini inclusi nello studio.

Le suddette osservazioni vengono a confermare i miei dati gia pubblicati (#mediomeopatia, #omeopatiacomin) almeno 8 anni fa i quali dimostrano che l` elevazione del livello di salute con il trattamento omeopatico supporta ogni paziente, specialmente se si tratta di bambini, di fronte a queste patologie frequenti. Non dimenticare che l` #omeopatiaclinica, è un approccio olistico e tratta l’ organismo in modo #totalizzante, #personalizzato e soprattutto senza effetti collaterali. 

lunedì 19 settembre 2016

IL TRATTAMENTO OMEOPATICO RALLENTA IL PROGRESSO DELLA MALATTIA DI ALZHEIMER

Ecco una nuova scoperta !

Il trattamento omeopatico rallenta la progressione della malattia di Alzheimer.
Una scoperta importante che e'stata  recentemente segnalata in occasione della Neuroscience Conference a Washington dal National Center for Homeopathy.
Un gruppo di ricerca ha presentato gli studi su un approccio multi-target,in combinazione con la medicina omeopatica, che si e' dimostrato efficace sia per alleviare i sintomi della malattia di Alzheimer sia nell'influenzare la riduzione della formazione di placche amiloidi nel cervello dei pazienti.Gli studi in vitro sono stati condotti in Francia e in Finlandia ed e' stato rilevato che i soggetti hanno migliorato le capacita'di apprendimento con un incremento della loro capacita' di riconoscere oggetti, evidenziando il miglioramento delle prestazioni della memoria dopo il trattamento (National Center for Homeopathy) leggi l` articolo